SITO WEB: Villa Grismondi Finardi

E-MAIL:grismondi.finardi@tiscali.it

Le origini della villa Grismondi Finardi risalgono probabilmente all’epoca medievale. Nel ‘700 era divenuta una tenuta agricola e fu ereditata dai Grismondi, che operarono la trasformazione della struttura da complesso rurale a residenza di campagna. La dimora divenne punto di riferimento per il mondo culturale dell’epoca, grazie a Paolina Secco Suardo, consorte del conte Luigi Grismondi, che ne fece la sede prediletta per gli incontri tra i letterati del Circolo dell’Arcadia, del quale la poetessa, con lo pseudonimo di Lesbia Cedonia, fu instancabile animatrice. Dopo la metà dell’ottocento la proprietà passò alla famiglia Finardi e l’architetto Giacomo Bianconi fu incaricato di trasformare la costruzione in un autentico palazzo con sfarzosi saloni affrescati nello stile New Gotic.