SITO WEB: Fondazione Palazzo Moroni

Il palazzo edificato dagli stessi Moroni tra il 1636 ed il 1666 si trova nel cuore di Città Alta . La facciata lungo la via di Porta Dipinta si presenta assai estesa e sobria, in netto contrasto con l’impronta barocca data da G.G. Barbelli, autore degli affreschi che decorano la maggior parte delle sale e dai cui soggetti le stesse prendono il nome: sala dell’Età dell’Oro, dei Giganti, dell’Apoteosi d’Ercole ed infine della Gerusalemme Liberata. Nell’’800 tutto il piano nobile subirà ammodernamenti, nonché una radicale trasformazione di alcune sale, con tappezzerie, affreschi e decori che ben mostrano il gusto e lo stile di vita del XIX secolo. La dimora, diventata nel 2009 Fondazione museale, ha mantenuto la sua peculiarità di casa abitata e si presenta di conseguenza completamente arredata e la sua eccellenza è senza dubbio da ascrivere alla collezione di pittura, soprattutto lombarda, tra cui spiccano capolavori di G. B. Moroni, Bernardino Luini, Giambettino Cignaroli e Cesare Tallone. Un vasto giardino terrazzato si estende a sorpresa partendo dalla balconata interna ed include una torre medioevale,degli eleganti parterre ed una sezione ad “ortaglia”. Oltre agli appuntamenti di apertura annuale (maggio e settembre) è possibile visitare il palazzo (prenotazione consigliata) ed affittare gli spazi per eventi.